3 minuti 2 settimane

Testi, foto, video e sensazioni a cura di Maurizio Lucchini 

Pisa, lunedì 12 settembre, Achille Lauro, ultima tappa dell’ Achille Lauro Superstar Tour.

Piazza dei Cavalieri, sede quartier generale dell’Ordine dei cavalieri di Santo Stefano, ai tempi dei Medici, che ora vede ospitare la Scuola Normale Superiore, è stata teatro dell’ultimo appuntamento per questo tour di Achille Lauro.

Vi abbiamo già raccontato dei live di Achille Lauro, tra cui quello di circa tre anni fa, a Cosenza al Festival delle Invasioni.
Trovate l’articolo qui!

A Pisa si presenta con una formazione diversa da quella in cui avevamo avuto modo di ascoltarlo 3 anni fa, ai tempi di Boss Doms, stavolta è accompagnato dalla Superband.

La piazza è gremita, un po’ di difficoltà a raggingere gli ingressi, la piazza prevede tutta una serie di vie collegate, a raggiera, tutte chiuse, peccato che per passare da una “entrata” all’altra occorreva camminare chilometri.
Nessuna band di apertura, solo il warm up, curato dall’immancabile Göw Tribe.

Il concerto è previsto per le 9,30, circa, terminato il riscaldamento un grave problema tecnico legato alla corrente elettrica, crea un blackout nell’area concerti che dura veramente tanto, al punto tale che la gente pensa ad un annullamento dell’evento.
Invece l’energia viene ripristinata, i fari inizano ad accendersi, gli organizzatori annunciano l’imminente partenza del live.

Il pubblico inizia ad acclamare il loro artista, molti urlano “Achille, Achille”, perché dovrebbero chiamare un artista per “cognome” (d’arte)? I fan di Vasco Rossi, non lo chiamano “Rossi”, i fan di Sfera Ebbasta non lo chiamano “ebbasta”, che potrebbe anche creare incresciosi fraintendimenti. Il suo nome dovrebbe essere Lauro, va bene, lo scopo è raggiungo, il concerto ha inizio.

Luci spente per l’ingresso della band a cui si unisce Achille Lauro, per un concerto che dura circa un ora e mezzo, forse qualcosa di più, in cui ripercorre vecchi e nuovi brani.

Il coinvolgimento del pubblico è elevatissimo, pubblico con il quale il musicista interagisce costantemente per tutto il live.

Ma è giunto il momento di vedere alcuni, piccoli momenti della serata.