Honey tips in pills – S1-E03: Save Ralph, ma anche tutti gli atri

Mi chiamo Elisa (anche se nella maggior parte dei casi utilizzo il mio pseudonimo Bee) e queste sono le pagine del mio diario.
Ogni mese uscirà un mio articolo, dove parlerò…
Beh, se vuoi scoprirlo non ti resta che leggermi.

Dal Diario di B
Un paio di settimane fa
Nell’ultimo periodo ho condiviso sui miei social tante illustrazioni, foto e video con un unico protagonista: il coniglio.
Il motivo? Svariati.
In primis perché simpatizzo verso questi batuffoli di pelo, successivamente perché in trentatré anni ho avuto in casa tre conigli (Ciocolino nel 1995, Omero nel 2004,
Nocciolino nel 2011); poi sarà che ultimamente ho dovuto mettere l’apparecchio per sistemare le mie “palette”, e lì penso di essermi identificata molto con loro.
Infine, vuoi o non vuoi, si stavano avvicinando le festività pasquali, quindi vien da sé identificare Pasqua con questo animaletto.
Ad ogni modo, fatta questa breve premessa, una mia amica, suppongo vedendo questo boom di materiale “conigliesco”, mi ha girato la locandina di un cortometraggio che sarebbe uscito nel mese di Aprile.

5 Aprile 2021 11.02am
Save Ralph, è un cortometraggio in stop-motion diretto da Spencer Susser e promosso dall’associazione Humane Society International (HSI), Jeff Vespa e Andy Gent con la sua società Arch Model Studio.
Ralph, un coniglietto da laboratorio, cieco da un occhio e sordo da un orecchio, è il portavoce della campagna #Saveralph, un argomento pungente che nel corso degli anni ha fatto discutere tanto, ossia la sperimentazione laboratoriale sugli animali.
Ralph, con la voce di Taika Waititi, si rivolge direttamente al pubblico con l’espediente dell’intervista video, mostrando la sua routine e proponendosi come rappresentante della sua specie, ma in generale di tutti gli animali da laboratorio, affinché venga fatta luce dell’impatto devastante sugli animali, e per mettere un punto ai test, ai quali vengono sottoposti costantemente, per la produzione cosmetica.
L’intervista viene fatta in casa sua da Ricky Gervais, il quale successivamente in un tweet ha dichiarato di essere “Orgoglioso di far parte del cortometraggio per porre fine alla sperimentazione animale”.
Lo stesso Taika Waititi, in un tweet annunciando l’uscita del cortometraggio ha detto: “Se non guardate il corto, significa che odiate gli animali e non possiamo più essere amici”.
Il cast di doppiatori vede il coinvolgimento di Olivia Munn, Pom Klementieff, Zac Efron, Tricia Helfer e per diffondere in lungo e largo la campagna di sensibilizzazione, il corto verrà doppiato anche in spagnolo, francese, portoghese e vietnamita.
In attesa che arrivi anche sulle nostre piattaforme, vi auguro una buona visione del teaser

Honey Tips in Pills
B0. Cruelty free
Aziende cosmetiche che non testano sugli animali, possono essere riconoscibili dal logo che raffigura un coniglio (a volte fra due stelle) che sta ad indicare l’assenza di componenti testati su animali o derivanti dall’uccisione animale; oppure dal
marchio “Vegan ok”, l’assenza di elementi di derivazione animale.

We Make Up
Negozio Leggero
Essence (Oviesse)

B1. Libri e Fumetti
Roger Olmos – Amigos
Roger Olmos – Senza Parole (Silent book)
Charles Foster – L’animale che è in noi
Jeffrey Moussaieff Masson – Il Maiale che Cantava alla Luna, la vita emotiva degli
animali da fattoria
Peter Wohlleben – La saggezza degli animali

B2. Film
Earthlings – Shaun Monson (2005)
73 Cows – Alex Lockwood (2018)
Empatìa – Ed Antoja (2017)

B3. Musica
*Momento Annuncio*
Honey Tips in Pills: Alla fiera dell’Est
Un’idea tratta da un film mentale e musicale con Sara Scanferfield, che prende vita
su spotify:

 

Tutte le tracce sono dedicate ai nostri amici pelosetti e non.