[SINESTESIA] DIEGO

Rubrica a cura di Nicola Simeone

Scende ruzzolando
Dai tetti di lamiera
Indugiando sulla scritta
“Bevi Coca Cola”

Scende dai presepi vivi

Appena giunge sera
Quando musica e miseria
Diventan cosa sola

La gioia della vita
La vita dentro agli occhi dei bambini denutriti
Allegramente malvestiti
Che nessun detersivo potente può aver veramente sbiaditi

E corre sulle spiagge atlantiche
Seguendo il calcio di un pallone

Per finire nel grembo di grosse mamme antiche
Dalla pelle marrone

E s’agita nel sangue delle genti dai canti

E dalle risa rinvigorite

Che nessuna forza, per quanto potente,

può aver veramente piegare

Ispirato da: