PAPA SENG: esce “Fenice” – la trap che prende le distanze dai beni materiai

È uscito, in digitale per MVPmusic, distribuito da The Orchard, “Fenice”, il nuovo singolo di Papa Seng prodotto da Diuha. Un pezzo trap che prende le distanze dai beni materiali e celebra valori e sentimenti.


Papa Seng è un rapper padovano classe 2000 che ha pubblicato il suo primo singolo ufficiale nel 2018. Dall’inizio del suo percorso artistico, il suo producer è Diuha, che considera come “un fratello maggiore”, anche visto il confronto continuo che hanno fuori e dentro lo studio. “Fenice” è un brano nato durante il periodo di quarantena causato dall’emergenza sanitaria in corso, dunque i due artisti hanno interagito a distanza.  

Papa Seng racconta così la nascita del brano: “In questi anni ho imparato a scrivere testi semplici cercando di dare sempre un significato e parlando di cose che appartengono alla mia vita. ‘Fenice’ parla di come non sia mai stato attaccato ai beni materiali: perderei tutto piuttosto che perdere una sola persona che mi vuole bene (come mia madre, che mi ha cresciuto e cerco di citare in ogni brano, o mio fratello), anche perché sono poche e, chiaramente, valgono molto più dei soldi. Nel ritornello lo dico in maniera molto chiara: ‘ormai tutti vogliono la stessa cosa, collane e gioielli, ma io penso ad altro, belli quei soldi e la macchina nuova ma per averli hai perso chi avevi a fianco’. Oggi tanti fanno successo ma, mi chiedo, a cosa o chi hanno rinunciato per avere la compagnia del denaro? La canzone parla dei veri valori della vita e rappresenta la mia rinascita dopo un periodo difficile”.

Gli fa eco Diuha: “Mi premeva far tornare Papa Seng al lavoro, dato che nell’ultimo periodo si era un po’ lasciato andare per problemi non inerenti alla musica. Lui mi ha mandato i vocali dopo aver registrato su un type beat e ho sentito il bisogno di rendere il pezzo maestoso, dato l’argomento trattato. Essere tradito dagli amici e poter contare su poche persone sono fatti da cui siamo passati tutti, anch’io. In ‘Fenice’ i cori sono la cosa più importante, danno maestosità al pezzo, e gli stacchi tra il basso e l’808 creano una crescita costante e un’evoluzione continua”.

L’artwork di copertina – come molte altre grafiche riguardanti l’artista – è ispirato agli anime giapponesi perché Papa Seng è affascinato da quell’estetica.

“Fenice” esce per MVPmusic (MVP sta per Music Vision Power), etichetta indipendente con base a Venezia nata per valorizzare i talenti della musica urban della zona mettendo a disposizione dei propri artisti una squadra creativa e professionale composto da producer, videomaker, fotografi, grafici e booking agent.