Promorama: “The Story So Far” – in 87 brani, 6 ore di musica, nella migliore playlist da 15 anni a questa parte

A cura di Maurizio Lucchini

“non è facile raccogliere in una singola playlist oltre 15 anni di storia nel campo della promozione musicale”: queste le parole di Alessandro Favilli , la mente, l’anima e il cuore di Prom-O-Rama.

Decisamente non è facile raccogliere in una playlist quella che è stata non solo la storia della promozione musicale, ma la storia di una certo tipo di musica in Italia.

Ho avuto la fortuna di conoscere Alessandro, nell’epoca in cui parlare di musica indipendente, non era qualcosa che mi faceva venire l’orticaria. Dove fare, produrre, promuovere, distribuire, diffondere musica realmente indipendente aveva un significato molto particolare e specifico.

Erano i tempi del Punk e dell’Hardcore, dove a Pisa, città di Alessandro, batteva il cuore pulsante del Victor Charlie e la musica di tante band, tra cui i C.C.M.

In quella cittadina toscana, in riva al mare, con tanta energia da esperimere, nasceva 32 anni fa, non senza enormi sacrifici,  un progetto rivoluzionario: si chiamava Wide Records e distribuiva in italia le più interessanti etichette indipendenti  tra cui Dischord, Touch and Go, Kranky, Too Pure, Matador, Sonic Youth Records, Def Jux, Matador, Domino, Morr Music, Kompakt. Nel frattempo il loro negozio fisico (divenuto poi uno dei primi shop online di musica in Italia) vedeva scorrere tra i suoi scaffali le miglior band del momento e costituiva  un punto di incontro per chi cercava musica nuova ed interessante, mentre la loro etichetta permise a molte band di esprirsi al di fuori dei sistemi di produzione musicale convenzionali.

In quell’ambiente, con quell’attitudine, da una costola di  wide, prende vita Promorama, una realtà unica nel panorama della promozione musicale italiana. Promorama all’anagrafe ha 15 anni, ma la sua anima e la sua essenza ne ha 32!

87 brani costituiscono una playlist che non può essere che un semplice assaggio, un modesto antipasto della musica passata attraverso loro. Raccogliere un patrimonio così grande in soli 87 brani,  sarà stata sicuramente una cosa difficile, una impresa estremamente ardua, ma, a promorama,  ci sono decisamente riusciti.

Questa è la playlist che tutti dovremmo ascoltare per concludere questo 2019 e la playlist per iniziare un nuovo 2020.
Io l’ho ascoltata ieri, da quando ne è stata annunciata la pubblicazione, e sarà la colonna sonora del mio capodanno.

Bene, ora non vedo l’ora di poter ascoltare la prossima di playlist, non fatemi aspettare altri 15 anni!