[ANTEPRIMA] Anomalia X2 ecco in anteprima “il programma” il singolo d’esordio che anticipa l’album

Il nuovo progetto musicale che racconta la vita quotidiana tra ispirazioni del passato e innovazioni

Il 6 settembre 2019 esce “Il programma”, il singolo d’esordio degli Anomalia X2 che anticipa l’album. 

Eccolo in anteprima

“Sembra un uomo per bene, con la faccia pulita e una spiccata capacità oratoria. Vedrai che l’Italia cambierà, lo sento, questa è la volta buona…”

Il brano racconta la realtà, prendendo coscienza del presente ma con uno sguardo al futuro e al cambiamento. “Il Programma” anticipa perfettamente il filo conduttore dell’album, in uscita a dicembre, che propone una visione del mondo senza maschere, governata da sentimenti ed emozioni. 

Prendendo spunto da letture come “Delitto e Castigo” di F. Dostoevskij, “L’uomo duplicato” di J. Saramago e “Stoner” di J.E. Williams, gli Anomalia X2 fondono la letteratura con un mix di influenze musicali, dal progressive rock italiano anni 70 a cantautori italiani come Ivan Graziani, Lucio Dalla, Enrico Ruggeri e il grande Sergio Caputo, senza dimenticare la musica elettronica dei Depeche Mode e altre band fondamentali della new wave.

Questa la formazione:

Daniele Carnali (chitarra e voce),

Emanuele Velieri (tastiere e voce),

Federico Polenta (basso),

Antonio Cavina (batteria)

 

Anomalia X2 è il nuovo progetto musicale di Daniele Carnali ed Emanuele Velieri.

Emanuele ha iniziato la sua carriera musicale suonando le tastiere, la fisarmonica e cantando per tanti anni il liscio in una band locale.

Daniele, chitarrista fin dalla tenera età con il mito di Tony Iommi (chitarrista dei Black Sabbath), scrive musica e fonda diversi gruppi locali.

Il suo primo vero progetto con sonorità hard rock, si chiama I Compagni di Baal, con cui realizza un disco nel 2012 prodotto da Jolly Roger Records.
 Due anni dopo è la volta dei “CaPaBrò”, con i quali propone un genere più cantautorale / cabarettistico collezionando molti concerti in giro per l’Italia.
La voglia di esprimersi senza nessun vincolo, poi, lo porta pochi anni dopo ad incidere un album da solista.

Scrive tutti i testi, compone gli arrangiamenti e per la prima volta si dedica al canto.
Il disco è autoprodotto e per portarlo sui palchi trova dei musicisti della zona, tra cui proprio il Sig. Velieri, in cerca nuovi stimoli nuove sfide. Così i due si uniscono per perseguire un unico obiettivo: fare un disco fuori dagli schemi, prendendo come esempio il sound di oggi per sconvolgerlo del tutto.