Il laboratori di scrittura di Emidio Clementi, i 78 giri di Xabier Iriondo e le fotografie di Ilaria Magliocchetti Lombi – Questa la programmazione di GERMI per maggio

EVENTI DELLA SETTIMANA: 13 – 19 MAGGIO 2019

Martedì 14 maggio
RACCONTARE SE STESSI
Tre incontri sulla scrittura con EMIDIO CLEMENTI

(secondo incontro)

Raccontare se stessi

“L’idea del workshop è quella di stimolare gli iscritti a considerare il proprio vissuto come strumento imprescindibile alla narrazione, anche quando si decide di mettere in scena mondi e situazioni immaginarie. Un’esigenza che parte da un bisogno di verosimiglianza, più che di sincerità. La vita è strana, gli esseri umani reagiscono in maniera imprevedibile alle sollecitazioni della realtà e questo solo l’esperienza e uno sguardo allenato possono insegnarcelo. Affidarsi a quello che meglio conosciamo rende più convincente il racconto, lo ancora a una base solida, su cui sarà meno traumatico innestare l’immaginazione, aprire quelle porte che nella vita sono rimaste chiuse.

Il mio non vuole essere perciò un approccio ideologico, ma un modo appunto per rivestire le storie di quella parvenza di autenticità necessaria a catturare il lettore.

In questo senso l’utilizzo dell’io narrante, un’ambientazione a noi familiare, così come lo sforzo di scavare a fondo nei sentimenti e negli stati d’animo provati nel corso della nostra esistenza, possono essere tutti elementi utili a facilitare l’immedesimazione.


Descriverò come nascono le mie storie, le scelte fatte in fase di stesura e il tipo di rapporto che si instaura tra realtà e finzione.

Cercherò poi di portare a esempio altri scrittori e poeti, ma anche musicisti, in cui più evidente è la matrice biografica.


Vorrei infine coinvolgere gli iscritti in un’esercitazione scritta, in modo da dare concretezza al lavoro svolto nell’arco dei tre incontri.”

Emidio Clementi

Mercoledì 15 maggio
A SOLO

XABIER IRIONDO
Sottoscrizione 10€ + tessera Acsi

Ore 21

 

A Solo è la rassegna di Germi che prevede la presenza sul palco di un singolo performer senza accompagnamento che esso sia un cantautore, narratore, musicista o attore.

 

Xabier Iriondo presenta “CILINDRI DI CERALACCA, TRADIZIONE MUSICALE e ROCK’N’ROLL”.

Dall’invenzione dei primi riproduttori fonomeccanici allo sviluppo dell’industria musicale, accenni sulla nascita dell’etnomusicologia, ascolto di alcuni esempi di musiche registrate in varie parti del globo prima degli anni quaranta, analisi critica sulla globalizzazione musicale e relativa discussione.
A continuazione DJ-set con grammofoni a valigetta degli anni ’30 per ballare ed emozionarsi insieme nella calda atmosfera di Germi.

 

Xabier Iriondo inizia a collezionare vinili a 78 giri più di 15 anni fa. Durante i suoi dj-set usa un paio di autentici grammofoni a valigetta degli anni 30, che possiamo considerare gli iPod di quell’epoca, e porta una selezione della sua eclettica collezione di musiche che include jazz degli anni 20 e 30, be-bop, musica hawaiana, tanghi argentini, cantanti ed orchestre italiane e francesi, musica soul e rock’n’roll.

 

Venerdì 17 maggio
IL RITRATTO TRA MUSICA E IMMAGINE

INCONTRO CON LA FOTOGRAFA

ILARIA MAGLIOCCHETTI LOMBI

Ore 19 – Ingresso gratuito con tessera Acsi

Un incontro con Ilaria Magliocchetti Lombi che ci parlerà del rapporto tra musica e immagine nei ritratti fotografici.  


Ilaria Magliocchetti Lombi è nata a Roma nel 1985. Nel 2006 inizia a fotografare la nuova scena musicale indipendente italiana, da allora Ilaria ha lavorato per molti gruppi e artisti diventando un punto di riferimento fotografico nel panorama musicale nazionale. Oggi Ilaria lavora per tutte le maggiori riviste italiane tra le quali Vanity Fair, Rolling Stone, L’Espresso e varie etichette discografiche come Universal Music e Sony Music.

Nel 2016 entra in Contrasto. Nel 2017 vince il 1° premio al Premio Internazionale di Fotografia nell’ambito del concorso “Pubblicità professionale – Musica“.

 

Sabato 18 maggio
SOLLO & GNUT

Presentazione del libro “L’ORSO NNAMMURATO”

Ore 21

Sottoscrizione 10€+tessera Acsi

L’orso ‘nnammurato è un libro di poesie ed è anche un CD. Nasce dalla collaborazione tra Sollo e Gnut.

Alessio Sollo, napoletano nato nel quartiere Bagnoli ai tempi dell’Italsider, di 29 febbraio.
Musicista e cantante di estrazione punk da sempre, scopre da qualche anno la vocazione
alla poesia, sia in vernacolo sia in italiano.


Claudio Domestico, in arte Gnut, nato a Napoli nel 1981, è un cantautore, chitarrista,
produttore e compositore di colonne sonore. Le sue influenze sono ampie: dal folk inglese di Nick Drake e John Martin al blues, alla musica napoletana e alle melodie africane del Mali.

 

Il libro-disco è composto da 64 poesie, 14 delle quali divenute canzoni, musicate, cantate e suonate da Gnut insieme ai musicisti della sua band e ospiti speciali quali Ciro Riccardi, Brunella Selo, Dolores Melodia, Andrea Tartaglia, Monia Massa, Luca Rossi e Alexander Cerdà.

 

Nel libro, si affacciano qua e là, tra le poesie, anche le partiture musicali delle canzoni del disco, i credits con i nomi dei musicisti e alcuni scritti di Alessio Sollo, oltre ad un nutrito glossario.

L’orso ‘nnammurato è in prevendita sul sito della casa editrice, Ad est dell’equatore.

 

 

19 maggio 2019

Un grande classico: in collaborazione con Civica Scuola di Musica Claudio Abbado

Stefano Grasso – Um Batéra

Ore 19 – Ingresso gratuito con tessera Acsi

 

Um Batéra è il progetto in solo, incentrato sulla commistione tra percussioni ed elettronica, del batterista e percussionista Stefano Grasso, studente della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado.
Il 19 maggio Stefano Grasso presenta a Germi un set di musica improvvisata e l’esecuzione di due brani per rullante e nastro: Stop Speaking di Andy Akiho e Left of the Dial di Steven Snowden.