Il The Cage di Livorno è stato incendiato dal rapper NAYT – Ecco le foto che lo dimostrano!

Testi e Foto a cura di Betty Bryce

Sabato 4 maggio il The Cage di Livorno è stato incendiato dal rapper NAYT, in tour con il suo ultimo disco “Raptus 3” prodotto da 3D per VNT1 e in uscita su Jive Records  (Sony Music Italy)

Nayt, all’ anagrafe William Mezzanotte, anno ’94 e già attivo nella scena rap italiana da  oltre un decennio,  è considerato  dagli estimatori del genere e non una delle scoperte più interessanti dell’ ultimo anno. 

Avendo nel tempo maturato la ferma convinzione che non tutta la nuova scena rap, trap et simili  potesse ruotare intorno a metriche scontate, testi aberranti e concetti di dubbio gusto ai quali il sempre caro e “meritocratico”  mainstream ci sta abituando, e avendo letto  il nome di Nayt nella programmazione del The Cage, conosciuto per la qualità degli artisti proposti, ho deciso di andare in avanscoperta per vedere sul campo cosa accade dove la luce dei riflettori non è ancora del tutto puntata, ma pare in procinto di.

Solo ascoltando qualche traccia di Raptus 3 le differenze stilistiche tra questo giovane emergente e i  nomi più blasonati che intasano le classifiche sono evidenti. 

Nei contenuti, prima di tutto: niente amenità pseudo gangsta propinate dai passaggi radiofonici  ma l’ urlo di un singolo che racchiude una generazione intera, quella che troppo spesso tendiamo ad ignorare e denigrare con superficiale arroganza, ma che porta in sé ansie, disperazione e allo stesso tempo tanta voglia di rivalsa.

Dal vivo le aspettative vengono superate dalla realtà, esce fuori la bestia che è in Nayt, un concentrato di energia, una scheggia impazzita che rimbalza da una parte all’ altra del palco, divorandoselo letteralmente senza perdere mai, nemmeno  per un attimo  flow, fiato, forza.

Avrei voluto avere  il tempo materiale per riporre l’ attrezzatura fotografica e concentrarmi sullo show, ma dopo soli  ventiquattro minuti (cronometrati) quello che in realtà era pubblicizzato sui canali social di Nayt come DjSet è giunto al termine.

Ecco, questo non si fa.

E’ come se mi avessero fatto assistere alla prepazione di una cena a cura di uno chef stellato dopo mesi di cibi precotti, per poi farmi alzare dopo l’antipasto. 

Ripeto: n o n  s i  f a. 

Ci meritavamo  di stare insieme più del tempo necessario per una storia su Instagram.

Volendoci dunque consolare come dopo un’altrui eiaculazione precoce, asserirò che non è importante la durata, ma la qualità del tuttto, e la qualità di ‘sto ragazzino è di alti e altri livelli.

Buone cose Nayt,  mi sa che ci rivedremo presto.

Di seguito le foto della serata, in apertura il rapper pisano Sciabola

e il duo lombardo Halba & Foldino