NICOLETTA NOÈ: FUORI “CUORE BIANCO UN INNO ALL’ANIMA INCONTAMINATA”

“Anima selvaggia,
Vuoi fare i conti con me,
Quando resto sola?”

Cuore Bianco è la parte di ciascuno di noi che, sebbene non innocente, non è stata contaminata dalle colpe degli altri.

Racconta Nicoletta Noè: “parla della perdita di contatto con la propria natura profonda, con le radici che congiungono il cuore con il cervello; del non sapere più dove sono i fili che collegano la propria anima con quella degli altri, i suoni che accordano il proprio battito con quello della natura. Ho sentito l’urgenza di parlare dello stato di alienazione, della perdita del contatto con il proprio sé, perdita che reputo essere causa-conseguenza della situazione sociale e culturale in cui ci troviamo a vivere. Ogni volta che perdiamo il contatto con questa parte credo poniamo le condizioni per creare un’immagine di noi e degli altri distorta, superficiale, distruttiva e dunque fragile”.
 
Nicoletta Noè nasce a Lodi ma vive a Cesena da circa otto anni.
Brillante polistrumentista, scopre la passione per l’indie pop e la musica d’autore.  Dice di sé: “tra tutte le specie viventi temo di più quella umana da cui al contempo ne resto perdutamente invischiata”.

Il singolo anticipa l’ultimo album  in uscita nei prossimi mesi per Romolo Dischi, un’opera indie-pop sorprendentemente versatile.