RECENSIONI

La realtà alternativa di Deleted Soul: Lucid Vision

Recensione a cura di Giuseppe Visco

“Smontare la realtà per farla diventare reale, non volere crescere, guardando il mondo come se non esistesse il tempo, eliminare la fede cancellando l’anima e poi andarsene senza più guardare in dietro. Questa è la visione lucida di Deleted Soul.”

Lucid Vision è il nuovo lavoro di Deleted Soul, in uscita per Elastica Records.

Il progetto Deleted Soul nasce dall’idea del fondatore di Elastica Records, Tuzzy, nome già conosciuto nell’ambiente musicale internazionale per aver collaborato con artisti del calibro di Almamegretta, Horace Andy e Zion Train, fra i vari.

Progetto nato a cavallo fra le colline del Chianti e le spiagge del Pacifico del Nord Ovest statunitense, Deleted Soul propone un mondo alternativo ove a farla da padroni ci sono un perfetto mix di tonalità differenti che, con maestria, sono collocate l’una di fianco all’altra. Passando dal dub all’elettronica, dal bass alla house, il disco d’esordio di Mario Tucci si propone come uno dei progetti più interessanti offrendo tracce che presentano tonalità ancestrali e suoni antichi. I testi dell’album parlano di un’esistenza frutto della casualità degli eventi che si susseguono senza alcun filo logico. La voce ipnotica si alterna su sonorità che l’accolgono alla perfezione, facendo venir meno il concetto di tempo e di spazio, riconducendoci – come indicato prima – al mondo immaginario creato da Deleted Soul, ove non ci sono riferimenti spazio temporali.

A testimonianza della qualità del lavoro c’è il fatto che Roberto Cavalli l’abbia scelta come traccia per una sua pubblicità, in esclusiva.

 

 

Utilizzando questo sito web accetti di accettare la nostra Privacy Policy e and i Termini e Condizioni