RECENSIONI

[Recensione] “FIRST” – Debut album di Matthew S

a cura di Mattia Passariello

Un debutto con i fiocchi quello di Matthew S, live producer vicentino da anni attivo nell’elettronica underground e premiato nel 2015 da MTV come Best New Generation agli MTV Digital Days, che ha deciso di mettersi in gioco con il suo primo LP.

 

First, il suo album di esordio uscito il 15 giugno per l’etichetta INRI (con cui ha iniziato a collaborare dal 2016) ed anticipato al pubblico attraverso il singolo Touch, esplode fin da subito in tutta la sua energia psichedelica ben resa dal video ufficiale del brano, che si dipana tra giochi di ombre, pillole che incrociano labbra e colori in loop.

 

 

 

 

Proprio la prima traccia, infatti, ci introduce immediatamente nel sound del disco, che oscilla tra sonorità spiccatamente underground e venature più dance (come il singolo Don’t Bring Me Down, impreziosito da Ivye, voce dei Landlord). Oppure si passa dai ritmi serrati di Raindrops a quelli più introspettivi di Humor. L’atmosfera del disco si fa progressivamente ammaliante ed accattivante lungo tutte le sei tracce di cui è composto (l’album è completato da due remix di Disco Ball firmati lovewithme e Amparø).

 

Ad arricchire Touch c’è anche la voce di un ex Dear Jack, Leiner Riflessi: un supporto di carica e completezza in più, come svela lo stesso Matthew S.

 

Io e Leiner ci conosciamo da molto tempo, vivendo nella stessa città. Inizialmente questo pezzo era nato strumentale, volevo ricreare sonorità house con un tocco underground. Sentendo poi la mancanza di un supporto vocale, ho deciso di aggiungere una voce: avevo bisogno di un qualcosa di carico, energetico, che desse una marcia in più. Pensai subito che Leiner poteva fare al caso mio, lasciando carta bianca per il testo”.

 

La delicata vocalità della cantante vicentina Tullia, invece, firma il featuring di Island, la sesta traccia, una delle più “mind-blowing” dell’intero lavoro.

 

Una produzione, insomma, estremamente composita ed eclettica: una caratteristica espressa anche dal design della cover, i cui colori mescolati tendono proprio a rappresentare e prendere le forme dei tanti, e diversi, universi musicali che si fondono nel disco in quello che risulta essere un lavoro grafico stuzzicante ed evocativo.

 

Quello di Matthew S è un disco versatile, che può essere tanto destinato ad avere successo sui dancefloor come accompagnarci in un ritorno a casa in auto, o in un viaggio psichedelico. La forza di questo LP di debutto è proprio la sua eterogeneità che riesce, tuttavia, ad essere estremamente armonica e contemporaneamente a soddisfare più di un “orecchio” e più di un proposito. 

 

Tracklist:

  1. Touch – ft. Leiner
  2. Disco Ball
  3. Raindrops
  4. Humor
  5. Don’t Bring Me Down – ft. IVYE
  6. Island – ft.Tullia
  7. Disco Ball (Amparø Remix)
  8. Disco Ball (lovewithme Remix)
  9. Inside (bonus track)

 

 

Utilizzando questo sito web accetti di accettare la nostra Privacy Policy e and i Termini e Condizioni