PLAYLIST, Shazam Project

LE INTIME CONFESSIONI DI UNO SHAZAMISTA #9

Sei in macchina, accanto a te c’è tua cugina piccola, quella che ora non è più piccola ma tu te la ricordi che aveva cinque anni e hai deciso che ne avrà cinque per sempre, se non fosse che ora ascolta solo XXXTentacion, Trap e Latino Americani.
Quindi in macchina, mentre la madre guida (male) per le vie del centro di Roma, si ascolta solo quello.
Sbuffi, ti lamenti. Poi parte una canzone che sembra quasi carina. Prendi il telefono e senza farti vedere accendi Shazam. E te ne vergogni.

… Ma a volte capita anche che cerchi canzoni belle di cui non ricordi il nome.

Tanto lo sappiamo che prima o poi succede a tutti. Così abbiamo deciso di dar via alla rubrica: #ShazamProject.

Questa volta le shazammate di Irene sono più dignitose del solito: non ha origliato le canzoni di sua cugina sedicenne, non è andata in casinò di Rebibbia per colazione tutti i giorni con conseguenti playlist improbabili. Anzi, questo giro la radio è stata clemente, nonostante la sua macchina abbia tentato di boicottarla finendo dal meccanico ben 3 volte. Tra un’aggiustatina e l’altra ha scoperto una bellissima versione di Gary Clark Jr. di Come Together dei Beatles, ha ballato su Fela Kuti a una festa di ultrasessantenni, ha girato Bologna con i Saint Model nelle casse dei negozi. In mezzo ci è finito anche Cosmo, ma non tutte le playlist possono essere perfette.

 

Utilizzando questo sito web accetti di accettare la nostra Privacy Policy e and i Termini e Condizioni