NEWS, PHOTO REPORT

Vi raccontiamo il dietro le quinte di ALIS CHRISTMAS GALA, il nuovissimo spettacolo di Le Cirque with the World’s Top Performers

Parole e immagini di Maurizio Lucchini

Giovedì 4 gennaio abbiamo avuto la fortuna di essere al ObiHall di Firenze per la presentazione di Alis, il nuovo spettacolo di   Le Cirque with the World’s Top Performers

Abbiamo incontrato gli artisti che erano appena tornati dal Teatro della luna a Milano, in un appuntamento diverso dal solito.

Non abbiamo partecipato ad una asettica conferenza stampa, né assistito ad uno spettacolo completo o pulito.
Siamo stati, invece,  immersi, per un paio d’ore, nel mondo di Le Cirque with the World’s Top Performers,  durante il suo  lavoro quotidiano, fatto di allenamenti, installazioni, regolazioni e anche anche problemi, i problemi tipici che si presentano nelle  fasi di preparazione di uno spettacolo.

Le Cirque with the World’s Top Performers è un progetto abbastanza giovane, nato 3 anni fa a Lucca, raccoglie i migliori artisti del mondo del circo internazionale. Durante la sua evoluzione sperimenta spettacoli nei classi tendoni da circo per poi passare  ai palasport, ed ora approdare sui palchi dei teatri. Esibizioni differenti che richiedono spettacoli e/o arrangiamenti differenti per adattare le rappresentazioni ai differenti luoghi.

Chi è, cosa è Le Cirque with the World’s Top Performers? Ce lo ha spiegato, parlando di circo e di differenti modi di intenderlo e portarlo avanti,  Onofrio Colucci, il direttore artistico e maestro di cerimonia in Alis.

Onofrio Colucci è un poliedrico personaggio del nouveau cirque e attore di grande talento. Protagonista dello spettacolo “Slava’s Snowshow” per il quale ha ricevuto il premoio”Lunas del Auditorio“, e in diversi spettacoli del Cirque du Soleil: “O”, “Zaia” e “Zed”

Il circo contemporaneo è un’arte in continua evoluzione, tra quelli che hanno iniziato 35 anni fa un percorso di rinnovamento ci sono, in occidente,  i loro cugini del Cirque de Soleil (di cui Onofrio Colucci ha fatto parte in passato).L’italia ha una tradizione enorme nel circo diffusa anche all’estero.
A San Pietroburgo il primo dei circhi stabili porta il nome di un italiano: Ciniselli
L’italia ha una tradizione enorme ma oggi non riesce a rinnovarsi e a produrre cose nuove.
Nel filone di rinnovamento, in questo noveau cirque entra in gioco  Le Cirque with the World’s Top Performers, un circo contemporaneo che oggi non può che essere senza animali, per motivi fondamentalmente etici ma non solo.
Nel circo contemporaneo il gesto del performer, dell’artista, non è fine a se stesso ma è un gesto che ha l’ambizione di trasmettere emozioni al pubblico.
Il racconto all’interno dello spettacolo Alis non è un racconto didascalico ma è un racconto che si snoda attraverso una linea emotiva.
Alis fa riferimento ai racconti di Alice nel paese delle meraviglie, la cui protagonista è una giovane ragazza che è attirata in un mondo di meraviglie.
Alis non ha però l’obiettivo di raccontare la storia di Alice nel Paese delle Meraviglie, bensì creare quell’associazione di idee, che è abbastanza naturale, con il circo.
Infatti il circo è il luogo delle meraviglie.
Si va al circo per meravigliarsi, non tanto per capire cosa stia succedendo.
Il circo, anche nella versione moderna, non può staccarsi completamente dalla tradizione, rimane uno spettacolo del popolo, fatto per il popolo, il cui obiettivo principale dovrebbe essere il dare un’emozione al pubblico e invogliarlo a vedere le cose in maniera diversa.
Al circo troviamo infatti persone normali che fanno cose apparentemente non normali.
Il modo di fare circo, di Le Cirque with the World’s Top Performers, è una via di mezzo tra il Galà (una sequenza di numeri, come in un varietà, uno separato dall’altro) e la struttura imponente, invasiva delle produzioni multi milionarie del Cirque de Soleil , dove le strutture di contorno finiscono quasi con mettere in secondo piano il performer,  rendendo difficile ricordarsi cosa si ha visto.
Le Cirque with the World’s Top Performers fa un’ operazione in controtendenza: il palco è completamente pulito, sgombro, sobrio. Ieri vedevamo un tappeto, al centro di una scena vuota, perché al centro c’è la performance dell’artista.
I numeri, all’interno dello spettacolo, sono legati da un filo conduttore emotivo e non narrativo.

Mentre Onofrio Colucci parlava, alle sue spalle si stava scaldando  Viktor Kee, da anni considerato il miglior giocoliere al mondo.

Viktor Kee (vero nome Viktor Kiktev), è nato nella cittadina di Priluki in Ucraina.
Fin da bambino il suo sogno era il circo e imparare a diventare un giocoliere.
Determinato e infaticabile, Viktor studia e si allena per perfezionare la sua arte, creando nuovi esercizi sempre più sorprendenti. Per lui la ricerca di nuove tecniche per stupire è un punto fermo.
A contribuire nella sua formazione e a ispirarlo è stata Aracady Poupon, la sua insegnante e guida.
Nel 1994 Viktor Kee vince la Medaglia d’Argento e il Raspini Award al Festival Internazionale “Cirque de Demain”
di Parigi. Si esibisce al Moulin Rouge di Parigi, al Friedrichstadtpalast di Berlino, al Pomp Duck & Circumstance di
New York, al Mirage and MGM Grand di Las Vegas e nuovamente a Parigi, sul palco del Lido.
Nel 1999 è nel cast di “Dralion”, produzione del Cirque du Soleil e la sua collaborazione con la compagnia proseguirà ancora con lo spettacolo “Amaluna”.
Nel 2003 vince il Clown d’Argento al Festival Internazionale del Circo di Monte-Carlo e nel 2004 gli viene attribuita
la Medaglia d’Oro al Festival Internazionale “Cirque de Demain” di Parigi. Per le sue doti eccezionali è considerato il giocoliere e l’acrobata perfetto 

Per noi si esibisce in una performance mozzafiato, che potete intravedere nella photo story in fondo a questo articolo.

Terminata l’esibizione, Onofrio ci presenta Asia Tromler, alias “Alis” , con i suoi 19 anni, è l’artista più giovane del progetto Le
Cirque with The World’s Top Performers.


Scelta da Onofrio Colucci per interpretare la parte del personaggio che dà il titolo allo spettacolo, Asia/Alis interpreterà un viaggio fantastico alla scoperta di sé e del mondo, incontrando negli altri artisti dello show, emozioni, sentimenti e personaggi che la accompagneranno in un percorso all’interno delle qualità dell’uomo.
Asia ha iniziato la sua formazione circense all’età di 8 anni presso il Centre Jeunesse Princesse Stephanie Del Principato di Monaco con O2 Cirque, nell’estate 2015 è approdata alla Ecole National du Cirque in Canada, fucina dei migliori artisti del Nouveau Cirque, dove si è rapidamente messa in evidenza, incantando il pubblico di mezza Europa, diventando una delle stelle emergenti nella disciplina del Aerial Silk, nella quale con armonia e tecnica si esibisce a 9 metri d’altezza.

In sottofondo alla chiaccherata con Asia, c’è Anatoliy Zalevskyy

Artista ucraino proveniente dall’Istituto delle Arti Performative di Stato di Kiev, medaglia d’oro al Cirque de Demain di Parigi nel 1998 e Clown d’Oro al Festival Internazionale del Circo di MonteCarlo l’anno successivo. Guest Star assoluto nello spettacolo “Zarkana” del Cirque du Soleil. E’ dotato di un talento eccezionale, le sue doti gli consentono esercizi di equilibrismo e forza di altissimo
livello. La sua celebrità ha varcato i confini del suo Paese, è amatissimo in Germania, in Francia e non solo.
Grazie al frutto del suo lavoro e alla passione per il circo ha realizzato il proprio studio di arti circensi nella sua
città natale, Berdichev in Ucraina. La sua convinzione è che il circo moderno porta un messaggio positivo che può contribuire a migliorare il mondo e che oltre alla performance e alla spettacolarità di uno show è un esempio ed una fonte d’ispirazione per ogni individuo nella vita di tutti i giorni.

Questi ed altri artisti li potrete vedere in questo entusiasmante spettacolo: Alis Chistmas Gala, da giovedì 4 a domenica 7 gennaio, al teatro Obihall di Firenze in cinque spettacoli con i migliori artisti del circo moderno.

Leggi gli arti nostri articoli su Alis Chistmas Gala e Le Cirque with the World’s Top Performers.

Utilizzando questo sito web accetti di accettare la nostra Privacy Policy e and i Termini e Condizioni