NEWS

IN ARTE “CATO”

Oggi ho deciso di parlarvi di una nuova scoperta musicale che ho fatto di recente: il suo nome è Roberto Picinali, in arte “Cato”, ed è un compositore e cantante bergamasco.
Roberto “Cato” Picinali nasce a Bergamo nel 1976 e, fin da giovane, fa parte del mondo della musica iniziando a suonare con diversi progetti fino al 2000, quando entra a far parte dei “Namastè”, band dal sound reggae, folk e funk con cui realizzerà quattro dischi; successivamente, nel 2007, si unisce ai “Luino” con cui produrrà una demo di quattro canzoni e con cui lavorerà fino al 2009, quando da inizio ad un nuovo progetto chiamato “CATO”, nato come trio e divenuto poi, nel 2013, un progetto solista.
Con Cato realizza un EP chiamato “Oceano di Sogni” uscito nel Giugno del 2010 con la formazione originale e dal sound particolare che mixa pop, rock, funk, blues e soul e, successivamente, nel Febbraio 2012, pubblica un singolo chiamato “Princess” con lui alla voce e alla chitarra, Andrea Castelli alla batteria e Diego Bernardi al basso che li porterà ad esibirsi anche in Svizzera.
Nel Maggio 2014 esce invece “Cato”, il nuovo album solista, autoprodotto, che viene accompagnato dal singolo “Accendimi” e dal suo videoclip realizzato da Alessandra Beltrame e uscito a Luglio di quest’anno.

Il nuovo album “Cato” è composto da 8 brani dai testi e dal sound molto genuino e piacevole all’ascolto, ogni canzone è un piccolo viaggio dentro a storie reali che parlano di vita, di amore e di sentimenti, un fiume in piena di pensieri e parole che trascina l’ascoltatore a riascoltare più volte l’album per coglierne tutti i messaggi e per capire l’interpretazione che da l’artista della realtà e della vita.

Ad aprire l’album troviamo “Accendimi”, brano di forte carica, sia musicalmente che testualmente, e dal sound indie-rock molto pulito e semplice che da inizio in grande stile all’ultimo lavoro dell’artista.

Seguono poi “Luna” e “Veloce”, musicalmente differenti rispetto al primo brano perché molto più melodiche e alternative e dai testi molto più elaborati e narrativi che regalano una forte carica emotiva.

Un rullo di tamburi da il via a “Diverso”, brano dal testo molto interessante e in parte ironico, in cui i fiati fanno il loro primo ingresso nell’album arricchendo la parte finale del brano; segue poi “Mario” aperta dai fiati dove si parla brevemente della storia di un personaggio, appunto Mario, con in sottofondo un sound quasi jazz.

Un brano di meritevole d’attenzione è “Man8”, traccia completamente strumentale dal sound molto alternative grazie alla chitarra acustica che domina la scena e diventa la protagonista.

Molto interessante è “Confusione” brano psichedelico e dal forte impatto sonoro dato dal suono grezzo della chitarra accompagnato dal flauto che, uniti, creano un ottimo connubio musicale. Anche il testo è interessante perché si allontana molto da quelli dei brani precedenti e si adatta alla perfezione alla base musicale scelta.

A chiudere l’album troviamo “Princess”, brano rock in cui la chitarra elettrica e la batteria sono le protagoniste, il testo di quest’ultima traccia crea curiosità e interesse perché è inglese e si distacca leggermente dagli altri pezzi per le sue sonorità sempre grezze ma più morbide.

L’intero disco è molto interessante e piacevole all’ascolto, è molto solare e elaborato, i testi parlano di vita, di storie di tutti i giorni in cui tutti noi possiamo facilmente immedesimarci e, nonostante al primo ascolto possa sembrare già un buon lavoro, consiglio di riascoltarlo più volte per cogliere a pieno i messaggi e l’essenza nelle parole dell’artista.

10811638_10205166220300775_816937834_n

Artista: Cato
Titolo: Cato
Etichetta: Macramè Trame Comunicative
Sito: www.catoband.com
Fan Page: Facebook

Video di “Accendimi”

Autore: Valentina Genna
https://www.facebook.com/valentina.genna
http://valentinagenna.tumblr.com/
http://www.flickr.com/photos/33905964@N05/

Utilizzando questo sito web accetti di accettare la nostra Privacy Policy e and i Termini e Condizioni